Another great RocketTheme Joomla Template brought to you by the RocketTheme Joomla Template Club.

Notizia Flash (scelta casuale)

 

Sottoscritti accordi tra Egl, uno dei principali operatori europei specializzato nella produzione, distribuzione e trading di energia elettrica, e centrali fotovoltaiche e a biomassa siciliane. 

Leggi tutto...
 
[Form DomandaHomePage not found!]

Articoli correlati

JoomlaStats Activation Module


TOP100-SOLAR

pannelli fotovoltaici


Energyleague.com

Photovoltaic, Solar Energy - European Top 100 Solar
Gli affari delle ecomafie valgono 19,3 miliardi PDF Stampa E-mail
ImageLe mafie su cemento e rifiuti. Legambiente lancia l'allarme. 



 

8 Giugno 2011 - Ogni giorno trascorso nel 2010 le ecomafie hanno messo nel portafoglio quasi 53 milioni di euro. Alla fine dell'anno sono stati 19,3 miliardi. Un giro d'affari che dal 1992 ha portato 281 miliardi nei forzieri dei 290 clan dediti al traffico di rifiuti o di opere d'arte, al mattone selvaggio o al racket di animali.

Non ci si può stupire che il montepremi delle cosche corra così tanto se, in campo ambientale, ogni giorno si compiono 84 reati, 3,5 all'ora, gran parte dei quali proprio a opera della criminalità organizzata.
In testa alle infrazioni ambientali ci sono le regioni del Sud (Campania, Calabria, Sicilia e Puglia) ma è preoccupante l'escalation della Lombardia e lo stato critico di Lazio, Toscana, Sardegna e Liguria.

Le stime sono di Legambiente che ieri ha presentato a Roma il Rapporto Ecomafia 2011. Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha fatto pervenire una nota nella quale ha affermato che «su tali fenomeni la vigilanza istituzionale deve essere particolarmente attenta per evitare pericolose forme di collegamento tra criminalità interna e internazionale, distorsioni del mercato e rischi per la salute dei cittadini».

Nella premessa al Rapporto il capo della Procura nazionale antimafia, Piero Grasso, a proposito di mercato globale, ha scritto che «per poter offrire un adeguato contrasto a questo nuovo e inquietante agire della criminalità organizzata, non si può più pensare di operare isolatamente ma occorre una legislazione omogenea e una forte e convinta collaborazione fra gli Stati e fra i vari organismi preposti alle attività di contrasto e controllo».

Il calcolo del business ecomafioso è presto fatto. La gestione illegale dei rifiuti speciali è scesa da 7 a 3,3 miliardi: la cifra si ottiene dal censimento ufficiale dell'Ispra (Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale) che confronta i quantitativi prodotti e quelli gestiti. Se nel 2009 i rifiuti spariti erano 31 milioni di tonnellate, nel 2010 sono stati 14,5 milioni. Una valutazione controversa, sottolinea Legambiente: è come se si mettessero in fila 82.181 tir carichi di rifiuti, uno dietro l'altro, per un percorso lungo 1.117 chilometri, più o meno come da Reggio Calabria a Milano.

Il fatturato che finisce nelle tasche dei clan mafiosi da investimenti nelle opere pubbliche si aggira intorno agli 11 miliardi. L'abusivismo edilizio è a quota 1,8 miliardi. Un dato che rispecchia la stabilità del fenomeno dell'edilizia fuorilegge: 26.500 unità abitative abusive nel 2010 (27mila nel 2009). «Il risultato, se letto alla luce della congiuntura economica che colpisce anche il settore delle costruzioni - sottolinea il Rapporto -, acquista un valore oltre modo preoccupante». Il cemento selvaggio non accusa il contraccolpo della crisi.

Non accenna ad arrestarsi l'escalation dei reati penali in campo ambientale, che nel 2010 sono stati 30.824, con un incremento del 7,8% rispetto all'anno precedente. Diminuiscono invece le persone denunciate, 25.934 (l'anno prima erano 28.472), gli arresti, che si fermano a quota 205 (316 nel 2009) e i sequestri 8.771 (nel 2009 erano 10.737).

L'analisi di Legambiente approfondisce anche l'aggressività delle cosiddette archeomafie, riuscendo per la prima volta, grazie soprattutto alle stime del Comando dei Carabinieri a tutela del patrimonio culturale, a quantificare il business in poco più di 216 milioni.
I furti dei tesori sono stati – come scrivono i ricercatori – uno stillicidio continuo. Lo scorso anno sono stati 983 i furti d'opere d'arte (l'anno prima erano stati 1.093), quasi 3 al giorno. È cresciuto anche il numero di oggetti di valore trafugati: 20.320 (erano 13.219 nel 2009). In totale 1.237 persone indagate e 52 arresti.
Per quanto riguarda la classifica nazionale, le regioni più colpite si confermano Lazio, Lombardia, Campania e Toscana. Sono sempre le chiese e gli istituti religiosi i luoghi preferiti dai ladri, quasi sempre su commissione: 403 furti accertati, il 49,3% del totale.
Le archeomafie e i loro clienti non conoscono barriere che riescano a ostacolarli. Anzi. È il web il più grande e frequentato mercato illegale per i beni culturali. Nel biennio 2009-2010, durante operazioni avviate dopo il monitoraggio dei siti online, i Carabinieri hanno individuato e sequestrato 81.419 reperti di vario tipo.

La maggioranza dei sequestri riguarda beni di carattere numismatico (40.644), reperti archeologici (13.032), libri e documenti d'archivio (8.741). In realtà, le categorie "merceologiche" trattate sono molto più numerose (comprese opere d'arte false: 8.184), tali da ricomprendere sostanzialmente tutte le tipologie di beni culturali. Le persone coinvolte sono liberi professionisti nel 77% dei casi e impiegati nel 10 per cento. Spesso gli acquisti e le vendite "disinvolte" online non coinvolgono criminali, ma collezionisti incuranti, se non proprio ignari, delle conseguenze penali.


Fonte: www.ilsole24ore.com  

 

Riepilogo degli argomenti di maggiore interesse:
Preventivi pannelli solari; preventivi impianti fotovoltaici ;

Conto Energia 2007; Finanziaria 2008 55%; Detrazione 55%; Introduzione alla Finanziaria 2008; Introduzione al Conto Energia; Fiera di Milano Fotovoltaico; Finanziaria 2008 detrazione 55%; Stabilizzazione Detrazione 55%; Finanziaria 2008 ambiente; Finanziaria 2008 caldaie; Finanziaria 2008 fotovoltaico; 55% Finanziaria 2008; Finanziaria 2008 energie rinnovabili; Finanziaria 2008 energie alternative; Detrazione 55% Energia; Fotovoltaico Finanziaria 2008; Finanziaria 2008 pannelli solari; Energia Finanziaria 2008; Detrazione 55% solare; Pvtech 2007; Finanziaria 2008 infissi; Finanziaria 2008 Energia Rinnovabile; Finanziaria 2008 Fonti Rinnovabili; Detrazioni 55% Finanziaria 2008; Incentivi Biocarburanti; Detrazione energia; Fiera Energie Alternative; Enea Conto Energia; Pannelli solari Finanziaria 2008; Fiera energia milano; Calcola il tuo impianto fotovoltaico; Circolare 66/E; Circolare 46/E; Agevolazioni per energia alternativa; Conto Energia; Detrazione solare; Finanziaria 2008 ristrutturazioni; Fiera milano energia alternativa; Incentivi elettrodomestici; Energia rinnovabile Finanziaria 2008; Lavora con noi energie alternative e ambiente; Finanziaria 2008 detrazioni 55%; Risparmio energetico Finanziaria 2008; Energia Alternativa e Ambiente; Conto Energia 2007; Agevolazioni fiscali energia alternativa; Fiera energie alternative Milano; Finanziaria 2008 riqualificazione energetica; Finanziaria 2008 rinnovabili; Finanziaria 2008 36%; Finanziaria 2008 risparmio energetico; Finanziaria 2008 energia alternativa; Telloruro di cadmio; Incentivi frigoriferi; Efficienza energetica Enea; Alternativa all’enel; Energia alternativa finanziamenti; Incentivi rottamazione lavastoviglie; Certificazione energetica edifici Finanziaria 2008; Detrazioni energia tecnico abilitato; Rottamazione lavatrice; Rottamazione elettrodomestici Finanziaria 2008; Contributi per frigoriferi; Kyoto ambiente; Fiera del fotovoltaico Milano; Finanziaria 2008; Riqualificazione energetica Finanziaria 2008; Finanziaria 2008 caldaia; Finanziaria 2008 energia; News energia; Riduzione 55% Finanziaria 2008; Articoli sull’energia; Finanziaria 2007 energia; Finanziamenti per energia alternativa; Detrazione 55%; Fiscalità Conto Energia; Energia lavora con noi; Nuovi pannelli fotovoltaici; Pvtech Roma; Finanziaria 2008 detrazioni 55%; Iter Finanziaria 2008; Finanziaria 2008 Ambiente; Finanziaria 2008 recupero 55%; Conferenza Bali cronologia; Fondo per l’incentivazione di edifici ad altissima efficienza; Detrazioni 55% energia; Ambiente lavora con noi; Piano energetico regione Calabria; Finanziamenti energia alternativa; Caldaie e rottamazione elettrodomestici Finanziaria 2008; I cambiamenti climatici e la conferenza di Bali; Energia alternativa Finanziaria 2007; Presentazione Conto Energia; Energia alternativa e contributi; Pannelli fotovoltaici regione Basilicata; Introduzione al fotovoltaico; 55% solare; Megatoni; Energia rinnovabile Calabria; Impianti fotovoltaici in esercizio; Sistema fotovoltaico; Finanziaria 2008 ristrutturazione; Ambiente Finanziaria 2008; Finanziamenti su ricerca energia alternativa; Finanziaria energia; Finanziaria 2007 energie alternative; Calcola impianto fotovoltaico; Energia alternativa lavora con noi; pannelli fotovoltaici economici ; pannelli solari economici .